Nachtwelle

Per spostarsi di notte in modo semplice e sicuro Logo: Nachtwelle

Con oltre 30 000 passeggeri, l’introduzione della Nachtwelle nelle zone di Olten, Gösgen, Gäu e Thal è stato un vero successo.

Le attuali offerte di autobus notturni delle imprese di trasporto AAR bus+bahn, traffico regionale Baden-Wettingen (RVBW), BDWM Bremgarten, bus regionale Lenzburg e AutoPostale Svizzera SA sono state raggruppate in un'offerta unitaria di bus notturni sotto il marchio Nachtwelle.

29 reti di linee notturne, 7 imprese di trasporto, 2 Cantoni, 1 comunità tariffale

I nottambuli possono lasciare tranquillamente l'auto a casa. La Nachtwelle offre dei collegamenti interessanti nelle notti fra venerdì e sabato e fra sabato e domenica fino alle prime ore del mattino. 29 linee consentono di viaggiare nell'intera regione in tutta sicurezza e a buon prezzo in autopostale, bus e treno.

Supplemento notturno unitario per nove reti notturne

Una semplificazione è rappresentata dall'introduzione di un supplemento notturno unitario valido per nove reti notturne. Il supplemento notturno di CHF 5.- è valido nelle reti A-Welle, ZVV, FlexTax, OSTWIND, nella comunità tariffale di Zugo, nella comunità tariffale di Svitto, Z-Pass nonché per i treni notturni Zurigo–Lucerna e Sciaffusa–Singen.

Acquisto dei biglietti e del supplemento notturno in prevendita

Risparmiare tempo acquistando il biglietto e il supplemento notturno già prima della corsa presso il distributore automatico oppure ancora più semplicemente tramite smartphone grazie all'app di FFS Mobile.  

Per una corsa con Nachtwelle occorrono due biglietti: un titolo di trasporto valido (ad es. biglietto a zone, carta giornaliera, abbonamento, AG, ecc.) nonché il supplemento notturno di CHF 5.-. Il supplemento notturno è disponibile anche in forma di supplemento notturno per più corse (6 corse al prezzo di CHF 27.-). Metà-prezzo, abbonamento generale o altre carte che danno diritto a sconti non sono valide per il supplemento notturno.

Tutte le informazioni dettagliate, orari e mappe delle reti sul sito  www.nachtwelle.ch.