Mobilità di domani

Il progetto di ricerca di AutoPostale sulla mobilità di domani, in collaborazione con l’EPFL

AutoPostale Svizzera SA guarda avanti e affronta già oggi le sfide attuali e future della mobilità. Nel 2009, in collaborazione con il Transportation Center dell’EPFL, l’impresa di trasporto ha lanciato un ampio progetto di ricerca sulla mobilità combinata e sui trasporti pubblici.

Quest’ultimo, finanziato dal fondo per l’innovazione della Posta Svizzera, è composto da quattro studi pubblicati su un periodo di quattro anni (2009-2012). I risultati evidenziano in primo luogo il ruolo attivo ricoperto da AutoPostale nella catena della mobilità, in particolare nei grandi agglomerati. È infatti emersa l’esigenza dei clienti in direzione dei centri urbani. Questo fenomeno consolida la politica per il potenziamento delle linee dirette verso i centri delle città. In secondo luogo il progetto, grazie all’analisi delle esigenze in termini di trasporti, ha permesso ad AutoPostale di sviluppare nuove offerte e di gettare le basi per la mobilità di domani.

Analisi

Analisi delle esigenze di mobilità e degli stili di vita

Il progetto di ricerca è incentrato sulla scelta dei mezzi di trasporto e sulle nuove offerte volte a promuovere la mobilità combinata, che devono essere in linea con le esigenze della clientela. Analizzare la scelta dei mezzi di trasporto è un’operazione complessa. La mobilità è infatti una questione collettiva mentre la scelta finale è una decisione individuale. Ciò premesso, il domicilio, il luogo di lavoro, la situazione famigliare, le attività dei clienti nel tempo libero, ecc. sono determinanti. Per esaminare i fattori chiave nella scelta più sostenibile del mezzo di trasporto e nello sviluppo di nuove offerte, l’EPFL ha dapprima esaminato le ricerche disponibili. Su questa base è stato possibile definire alcuni dei fattori che determinano la scelta del mezzo di trasporto da parte degli abitanti delle regioni in cui opera AutoPostale. I risultati di questa microanalisi dettagliata sono contenuti nella prima parte del progetto di ricerca, pubblicato a giugno 2010.

È possibile scaricare il rapporto completo «Mobilité et modes de vie» ( Rapport EPFL 2010).

Sondaggio Clienti

Indagine sulle esigenze di mobilità e sugli stili di vita

Sulla base di questa prima analisi delle esigenze di mobilità e degli stili di vita, tra i clienti è stato realizzato un sondaggio a tappeto. Condotto nelle località adiacenti e in quelle più esterne agli agglomerati, lo stesso ha coinvolto 20’000 economie domestiche dei Cantoni Vallese, Giura, Neuchâtel, Berna, Basilea-Campagna, Argovia, Soletta, San Gallo e Grigioni alle quali è stato sottoposto un voluminoso questionario. Dall’analisi scientifica dei questionari emerge:

  1. come l’attuale offerta di servizi possa essere ulteriormente ottimizzata
  2. quali servizi, come il BikeSharing e l’e-BikeSharing, possano completare l’offerta
  3. quanto AutoPostale sia globalmente importante nella catena della mobilità e pertanto parte integrante del sistema di mobilità
  4. quale visione abbiano di AutoPostale sia i clienti, sia i non-clienti

È possibile scaricare il rapporto scientifico completo sull’indagine condotta dall’EPFL in francese ( Rapport EPFL 2011). 

Esigenze del Cliente

Indagine sulle preferenze in fatto di mobilità

Basandosi sui risultati della prima indagine, ne è stata condotta una seconda per testare il gradimento e l’adeguatezza alle esigenze dei clienti di nuove potenziali offerte, al fine di gettare le basi della mobilità di domani. Partendo dai risultati emersi, AutoPostale ha potuto sviluppare prodotti concreti. I clienti hanno innanzitutto segnalato il bisogno di avere informazioni in tempo reale. Ciò si è tradotto in una nuova applicazione AutoPostale per smartphone. La sua funzione orario permette di consultare gli orari dei mezzi pubblici svizzeri e di visionare le partenze programmate degli autopostali. La seconda richiesta dei passeggeri consisteva nel miglioramento dell’offerta attuale, in particolare di quella relativa al «primo e ultimo miglio». Questa esigenza ha trovato risposta grazie alla messa in servizio del prodotto PubliBike, un sistema di noleggio di bici self-service. È il complemento ideale al trasporto privato e pubblico nell’ambito delle tratte a breve percorrenza, contribuisce a decongestionare il traffico nei centri delle città e promuove la salute degli utenti. Grazie al bike sharing, AutoPostale facilita ai propri clienti l’accesso all’ultimo miglio e aumenta l’attrattività del trasporto pubblico.

È possibile scaricare il rapporto scientifico completo sull’indagine condotta dall’EPFL in francese ( Rapport EPFL 2012). È disponibile anche un sunto dei risultati dal punto di vista di AutoPostale ( Factsheet EPFL 2012).