Storia di AutoPostale

Abbiamo fatto molta strada e continueremo a percorrerla con orgoglio, grazie alle tradizione e all'innovazione.

Storia

AutoPostale nasce nel 1849, con la creazione di una rete di diligenze postali, la cui ultima rappresentante – il leggendario postale del Gottardo – circola ancora oggi sulla strada del valico del S. Gottardo destando la meraviglia e l’ammirazione di chi lo incontra. Nel 1906 fu inaugurata la prima linea postale motorizzata regolare tra Berna e Detlingen. Da allora la rete di trasporto in Svizzera si è andata costantemente ampliando. Nel 2003 AutoPostale ha trasportato per la prima volta oltre 100 milioni di passeggeri. Nel 2001 (Principato del Liechtenstein) e nel 2004 (rete di trasporto urbano di Dole, F), si è affacciata per le prime volte sul mercato estero. Il primo autopostale ibrido della Svizzera circola dal mese di aprile 2010.

Nel 2011 AutoPostale ha introdotto a Brugg (AG) i primi autobus a celle combustibili della Svizzera. Inoltre sono state aperte le prime stazioni del sistema nazionale di bike- ed e-bike-sharing «PubliBike».

2010 a 2015

2012

AutoPostale acquisisce velopass sàrl diventando così la più grande azienda di noleggio self-service di biciclette in Svizzera.

AutoPostale inizia a equipaggiare il suo parco veicoli con il WiFi gratuito. Ad aprile 2013 si conclude la fase di rollout.

Inaugurazione del primo distributore svizzero di idrogeno per autobus a Brugg, per il rifornimento dei veicoli su cui da dicembre 2011 viene testata la tecnologia a celle combustibili nel trasporto pubblico

Lancio dell’app gratuita di AutoPostale. L’app di AutoPostale è disponibile in tedesco, francese, italiano e inglese e può essere così utilizzata sia da pendolari sia da turisti ed escursionisti.

Introduzione del programma di fi delizzazione emozionale «MyPlus»: i clienti benefi ciano di esclusive offerte speciali, sconti straordinari, titoli di trasporto a prezzi agevolati nonché estrazioni a sorte e concorsi.

I primi tre autopostali di tutta la Svizzera dotati di motore a norma Euro 6 entrano in esercizio nell’agglomerato di Berna.

2011

AutoPostale è la prima azienda svizzera del trasporto pubblico a servirsi della tecnologia delle celle a combustibile.

AutoPostale, le FFS e Rent a Bike aprono le prime stazioni di PubliBike in quattro città svizzere. PubliBike offre un sistema di noleggio fai-da-te per biciclette e biciclette elettriche e collega così l'ultimo miglio nella catena dei trasporti.

AutoPostale presenta il nuovo logo.

2010

AutoPostale vince la gara pubblica per l'esercizio della rete di autobus nel Liechtenstein per altri dieci anni a partire dal 2011.

Il primo autopostale ibrido circola nella regione di Berna, con un risparmio dal 20 al 30% di carburante rispetto a un autobus che funziona esclusivamente a diesel.

AutoPostale lancia la sua prima offerta di bike sharing nella città di Sion con 50 biciclette in 6 sei differenti stazioni di noleggio.

AutoPostale è la prima impresa di TP a lanciare un'applicazione per le offerte del tempo libero grazie alla realtà aumentata delle «idee tempo libero».

2000 a 2009

2009 AutoPostale vince diverse gare pubbliche per l'esercizio di reti di autobus in Francia, fra queste vi sono Mâcon, Dole, Agde, Villefranche-sur-Saône, il dipartimento di Herault e l'agglomerazione di Grenoble.
2007 Via libera alla comunicazione mobile.
2006 AutoPostale celebra il suo centenario.
2005 AutoPostale si aggiudica altri due mandati nelle città francesi Obernai e Bourg-en-Bresse.
2004

La Posta fonda AutoPostale Svizzera SA, che sarà operativa dal 1.7.2006.

AutoPostale bandisce una gara d'appalto OMC per l'approvvigionamento di veicoli

AutoPostale riceve il mandato di gestire i trasporti pubblici urbani a Dole (F) per 6 anni a partire dal 1.1.2004.

2003

AutoPostale raggiunge la soglia dei 100 milioni di passeggeri trasportati.

AutoPostale è la prima azienda di trasporti svizzera a ricevere il sigillo di qualità di livello III assegnato dall'economia svizzera del turismo.

2002 La Posta introduce cinque sottomarchi che fanno capo al marchio principale "LA POSTA". D'ora in poi il nome AutoPostale verrà scritto con la 'A' maiuscola accanto al nuovo logo del sottomarchio.
2001 Le linee postali alpine, denominate «Route Express Lines», diventano un prodotto turistico d'interesse mondiale.
2000 FlyCar - Il FlyCar percorreva le strade del Ticino nel 2000 e in particolare il tragitto Lugano – Aeroporto Malpensa (Milano, Italia). A causa della scarsa domanda alcuni anni dopo l'offerta è stata interrotta.
2000

Su mandato della Fondazione di trasporti per disabili del Canton Berna, AutoPostale introduce a Thun due veicoli speciali adibiti al trasporto disabili. Il servizio è denominato VivaCar.

Nel quadro di una gara d’appalto OMC la Liechtenstein Bus Anstalt assegna ad AutoPostale Svizzera la gestione della rete di autobus del Principato per i prossimi dieci anni.

1990 a 1999

1999 CityCar Martigny - CityCar era il più piccolo autopostale del mondo ed è stato testato da AutoPostale in collaborazione con alcuni partner in un laboratorio di Martigny. Si trattava di una vettura elettronica a due posti. Il progetto pilota è stato abbandonato dopo la fase dei test a causa dei costi troppo elevati.
1998 AutoPostale raccoglie le prime esperienze nell'ambito degli appalti cantonali e conferma la propria leadership nel mercato dei trasporti regionali su strada in Svizzera.
1996 Entra in vigore la nuova legge sulle ferrovie; d'ora in poi sono i Cantoni ad essere responsabili dei trasporti regionali.
1995 Istituzione del PubliCar, il servizio porta a porta, nella regione di Frauenfeld e Oron
1995 Creazione di 16 Centri regionali autopostali in modo da equipaggiarli per l'imminente libera concorrenza nell'ambito dei trasporti regionali.
1992 Apertura della stazione AutoPostale a Coira - La stazione AutoPostale a Coira è stata aperta nel 1992, quando AutoPostale Svizzera SA non esisteva ancora. Il settore del traffico viaggiatori era infatti integrato nella Direzione di circondario postale (DCP).

1980 a 1989

1980 A Bellinzona AutoPostale gestisce il servizio di bus urbano.

1970 a 1979

1975 Introduzione dell'abbonamento di vacanza per corse in autopostale.
1971 Tutti gli autopostali e le fermate sono caratterizzate dal colore giallo con la striscia rossa.
1970 Assunzione della prima autista - Nel 1970 Claire Buner ha inviato la sua domanda di assunzione come autista alla Posta. Prima donna ad essere assunta e formata, Claire Buner ha percorso dal 1971 per ben 20 anni la tratta Jonschwil-Uzwil.

1960 a 1969

1969 Entra in servizio il primo autopostale articolato.
1965 Inaugurazione della prima, moderna stazione di autopostali coperta al di sopra della stazione di Berna.
1961 Soppressa l'ultima posta a cavallo sulla linea Avers - Juf.

1950 a 1959

1959 Ai nuovi veicoli degli assuntori di autopostali viene attribuito un look unitario dal colore giallo ocra. Finora erano dipinti con i colori dei singoli assuntori.
1957 AutoPostale introduce i primi servizi di trasporto scolari.
1956 150 autopostali vengono equipaggiati di un apparecchio di distribuzione automatica di ticket.
1954 Entrano in funzione 32 autopostali alpini nuovi di tipo IIIa, creando le premesse per viaggi di gruppo e corse speciali.

1940 a 1949

1949 AutoPostale assume in veste di assuntore di autopostali le linee di cui il Principato del Liechtenstein è concessionario.
1946 Inaugurazione della strada del passo di Susten: è l'inizio della grande epoca degli autopostali alpini e dei famosi viaggi, ancor oggi amati, attraverso tre o addirittura quattro passi di montagna.
1942 Con l'imperversare della guerra mondiale le corse autopostali alpine vengono sospese.

1930 a 1939

1935 Primo impiego di un autopostale con guida frontale.
1933 Circolano i primi autopostali con rimorchio passeggeri.
1931 Per la prima volta gli autopostali sono dotati di motori Diesel.

1920 a 1929

1928 La Posta impiega il primo spazzaneve sul passo del Maloja per assicurare anche i trasporti invernali.
1927 Gli autopostali viaggiano ora anche sul passo del Flüela e 39 strade di montagna sono designate ufficialmente tratte autopostali alpine.
1924 Una linea dopo l'altra passa ai trasporti motorizzati; i veicoli in dotazione della 'posta da viaggio' sono ora 169.
1923 Per la prima volta sulle strade alpine risuona il clacson degli autopostali con la melodia del corno a tre note.
1921 Nascita degli autopostali alpini e introduzione delle linee sui passi del Grimsel, Furka, San Bernardino e Oberalp.

1911 a 1920

1919/20 Conversione di autocarri dell'esercito in autopostali che, giunti ad una quantità di 104 veicoli, entro il 1930 porteranno alla pressoché definitiva estinzione della posta a cavallo.
1919 Inaugurazione delle linee di AutoPostale del Sempione.

1849 e 1906

1906

Primo collegamento postale regolare motorizzato tra Berna e Detligen.

1849 La Posta federale rileva le diligenze cantonali esistenti.